I nuovi padroni delle parole

Politically Correct. E’ un’espressione che sentiamo sempre più spesso. Molte oggi le parole messe al bando, le parole che non si dicono, o meglio, che non si devono dire. Ma chi decide quale vocabolario possiamo o non possiamo usare? Le parole hanno davvero dei padroni? Noi lo abbiamo chiesto a Mario Arbis, sociologo e docente all’Università Iulm di Milano